Branca


Endoscopia Digestiva

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Apri PDF

Referto


Immediato

La colonscopia è una procedura diagnostica finalizzata alla visione diretta delle pareti interne del colon al fine di individuare eventuali lesioni, ulcerazioni, occlusioni, tumori o polipi.

Si utilizza una piccola sonda flessibile chiamata colonscopio, munita di telecamera e fonte luminosa che viene lubrificata e inserita nell’ano e fatta risalire lungo il retto e i successivi tratti dell’intestino in modo va visualizzare le immagini trasmesse dallo strumento all'apposito schermo e verificare direttamente lo stato di salute del tessuto.

Per garantire una migliore visualizzazione, durante l’esecuzione della colonscopia si rende necessaria la distensione delle pareti intestinali, ottenuta insufflando anidride carbonica, il che può causare un certo fastidio. Per questo vengono generalmente somministrati antidolorifici e/o tranquillanti in modo da garantire il maggior comfort possibile per il paziente.

Questa tecnica è fondamentale nello screening del cancro al colon-retto, ma anche per individuare l’ origine di sintomi quali dolori addominali, sanguinamento rettale, stipsi o diarrea cronica, espulsione di muco con le feci e altri disturbi riconducibili a patologie intestinali di natura e gravità molto diverse.

La preparazione all’esame è molto importante in quanto l’intestino deve essere privo di feci e pulito in modo da ottimizzare l’attendibilità dell’esito dell’esame.

Nei giorni successivi all’esame il soggetto potrebbe accusare qualche disturbo come meteorismo e flatulenza legati alla dilatazione dell’intestino, facilmente risolvibili con l’adeguato ausilio farmacologico.