Branca


Ginecologia

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Nessuna

Referto


Immediato

La colposcopia è un esame di screening per l'individuazione del tumore della cervice uterina in casi di pazienti con Pap-test dall'esito anomalo.
Durante l'esame, il medico ricerca eventuali neoplasie, grazie all'ingrandimento ottico e all'ausilio di specifiche soluzioni e, in caso di necessità consente anche di effettuare un piccolo prelievo di campioni tissutali, da sottoporre a un esame istologico.
La preparazione all’esame prevede l’astensione da rapporti sessuali e dall'utilizzo di lavande, ovuli, creme vaginali e/o tamponi che potrebbero alterare o mascherare le cellule della superficie del collo dell'utero, inoltre la colposcopia deve avere luogo al di fuori delle mestruazioni, meglio se a metà ciclo. Non è necessario il digiuno.
Durante l’esame il medico inserisce lo speculum che serve ad “aprire” la vagina e ad utilizzare il colposcopio una sorta di microscopio binoculare o monoculare, fornito di luce e dotato di un potere d'ingrandimento da un minimo di 6 a un massimo di 40 volte dell'oggetto d'indagine.
Durante la colposcopia, il colposcopio rimane all'esterno dell'apparato genitale femminile, a circa 30 centimetri dalla vagina.
La colposcopia è un esame indolore, fatta eccezione il caso in cui sia necessaria la raccolta del campione, quest'ultima operazione, infatti, può procurare una sensazione dolorosa/fastidiosa. Solo in questo caso si consiglia riposo ed astensione dal lavoro per il giorno successivo l’esame.