Branca


Ginecologia

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Apri PDF

Referto


Vedi dettagli

L’esame batteriologico vaginale consiste nel prelievo di un campione di secreto vaginale tramite un tampone (sottile bastoncino cotonato, simile ad un cotton fioc) che verrà inserito e strisciato sulla parete interna della vagina o della cervice. In questo ultimo caso è indispensabile l’utilizzo di uno speculum per la dilatazione della vagina e il facile raggiungimento della cervice.
Il campione così ottenuto verrà analizzato in laboratorio utilizzando terreni di coltura, per intercettare eventuali microrganismi patogeni presenti nella parete vaginale dalla quale è stato preso il campione.
L’ individuazione del ceppo microbico responsabile dell’infezione permette di formulare una terapia specifica che escluda eventuali resistenze del microrganismo al farmaco.
Un esito negativo di questo esame permette comunque di avere importanti informazioni e di formulare una diagnosi della patologia, diversa da quella di natura infettiva.
Il tampone vaginale rappresenta quindi uno strumento molto utile nella diagnosi di malattie veneree (a trasmissione sessuale), o per la cura di infezioni resistenti ai farmaci ad ampio spettro consigliati solitamente per le infezioni più comuni.
La preparazione all’esame si riassume nell’astensione da rapporti sessuali e dall’uso di lavande o creme vaginali nelle 48 ore immediatamente precedenti al giorno dell’appuntamento.