Branca


Oculistica

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


Privato

Prep. esame


Nessuna

Referto


Immediato

La pachimetria corneale è un esame non invasivo che fornisce il valore dello spessore della cornea, ovvero la parte anteriore trasparente e convessa dell’occhio.

È uno degli esami per la diagnosi del glaucoma e per la precisa valutazione della pressione oculare, infatti, in funzione dello spessore della cornea, l’oculista dovrà sommare o sottrarre mm di mercurio (unità di misura utilizzata per esprimere la pressione) alla pressione misurata dell’occhio.

L’esame è veloce e non influisce sulla qualità della visione. Viene effettuato, previa somministrazione di un collirio anestetico tramite una piccola sonda che viene posta a contatto della cornea per pochi istanti con uno strumento detto tomografo ottico a coerenza.

Il paziente viene fatto sedere di fronte allo strumento, con il mento e la fronte appoggiati su appositi supporti. È necessario che il paziente resti con l’occhio fermo ed aperto a fissare una mira luminosa, mentre i dati vengono acquisiti dall’operatore. Questo esame è indispensabile per la diagnosi del cheratocono, ma anche come esame preliminare nella chirurgia refrattiva e corneale.

La tecnica non è pericolosa, nè dolorosa, in quanto non c’è nessun contatto tra lo strumento e l’occhio del paziente, inoltre non è richiesta la dilatazione della pupilla.