Branca


Proctologia

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Nessuna

Referto


Immediato

La rettoscopia è uno strumento di diagnosi utile in caso si sospettino patologie relative al distretto del retto, ultimo tratto dell’intestino che sfocia nell’ano. I disturbi che possono interessare questa zona riguardano principalmente la mucosa (ragadi, prolasso, proctiti, neoplasie, lesioni, ecc.), e il sistema vascolare, molto sviluppato in questa sezione dell’intestino, con le vene emorroidali, le quali possono gonfiarsi ed infiammarsi.

Queste patologie si associano normalmente a sintomi quali ad esempio dolore o sensazione di peso nella zona ano/rettale, con presenza di emorroidi, sanguinamenti e secrezioni di muco. Durante l’esame si utilizza uno strumento di forma tubolare inserito nell’ano, con una lunghezza tale da raggiungere la zona interessata e fornito di illuminazione.

Dopo l’inserimento è possibile sfilare la parte interna in modo da rendere ispezionabile la mucosa, ed, eventualmente inserire pinze da biopsia, o cannule di aspirazione, per prelevare campioni.
Per il corretto svolgimento di una rettoscopia è importante la preparazione, in quanto la zona da esaminare deve essere pulita e libera da materiale fecale che potrebbe limitare la visibilità.

Per questo motivo il Centro fornirà la procedura adeguata da effettuarsi il giorno precedente all’esame, consistente principalmente nell’utilizzo di clisteri di acqua tiepida o soluzioni dedicate acquistabili in farmacia. Potrebbe anche essere richiesta una dieta specifica con piccole restrizioni riguardo alcuni alimenti come legumi, semi, cereali integrali e cibi molto ricchi di fibre.