Branca


Otorinolaringoiatria

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Nessuna

Referto


Immediato

La rinofibroscopia è un esame diagnostico che permette una corretta visualizzazione del tratto respiratorio e di alcune zone solitamente inaccessibili durante le visite tradizionali, e consente di rilevare l’eventuale presenza di ostruzioni patologiche nelle vie aeree superiori.

Uno dei principali motivi per cui si consiglia di sottoporsi a questo esame è la presenza di frequenti apnee notturne durante il sonno. Le apnee notturne, oltre e disturbare fortemente la qualità del sonno, portano anche ad una riduzione dell’ossigenazione del sangue, con conseguenti sofferenze dell’apparato cardiovascolare e cerebrale, anche gravi.

Durante la rinofibroscopia si esegue la manovra di Müller che serve ad individuare il punto in cui la parete faringea collassa durante l’inspirazione, bloccando quindi il passaggio dell’aria. La tecnica utilizza l’inserimento di un endoscopio che permette di visualizzare il distretto interessato dell’apparato respiratorio, successivamente si tappa il naso e la bocca al paziente, e gli si chiede di inspirare con forza. Durante questa inspirazione forzata si può osservare il punto del collasso e la sua entità, e quindi la relativa riduzione del flusso di aria che ne deriva.