Branca


RMN

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Apri PDF

Referto


Vedi dettagli

Risonanza magnetica alla colonna vertebrale: come si esegue e durata

Da IRM si effettua la Risonanza magnetica alla colonna vertebrale in regime privato, convenzionato e mutualistico.
Il poliambulatorio è stato il primo centro privato ad installare la risonanza ad alto campo da 1,5 Tesla con mezzo di contrasto ed oggi è uno dei primi ad installare il campo da 3.0 Tesla.

Risonanza magnetica alla colonna vertebrale: cos’è

La Risonanza magnetica nucleare alla colonna vertebrale è uno screening diagnostico che utilizza campi magnetici e onde radio per diagnosticare o escludere patologie che possono riguardare il tratto cervicale, dorsale, lombare e sacrale.
Sicura, indolore e non invasiva, la risonanza magnetica nucleare è utile per indagare patologie che interessano:
  • Dischi intervertebrali (protrusioni ed ernie)
  • Tessuto osseo
  • Midollo spinale

É utile farla quando si sospettano:
  • Ernia del disco
  • Lesioni neoplastiche della colonna vertebrale, del midollo, delle radici nervose
  • Traumi vertebrali
  • Disturbi della sensibilità e della forza agli arti superiori e inferiori

Come si svolge la risonanza magnetica alla colonna vertebrale

La persona viene fatta sdraiare in posizione supina su un lettino mobile, che entra nel macchinario dedicato. L’apparecchio, a forma di tubo aperto alle estremità, funge da magnete e crea un campo magnetico che orienta per un breve lasso di tempo gli atomi di idrogeno del soggetto. Quando il campo viene disattivato, gli atomi rilasciano dei segnali, che vengono captati e trasmessi ad un computer in grado di trasformarli in immagini tridimensionali. Per tutta la durata dell’operazione, in una stanza accanto c’è un operatore, che controlla l’andamento della risonanza e, all’occorrenza, può parlare con il paziente grazie ad un microfono.

Per la buona riuscita dello screening è importante che il soggetto, che indossa una cuffia o dei tappi per attenuare il rumore del macchinario, rimanga immobile durante tutto l’esame e, qualora lo si ritenga necessario, viene utilizzato un mezzo di contrasto, che mette in evidenza alcuni dettagli utili all’indagine. In questi casi, al momento della diagnosi il paziente deve essere digiuno da almeno 4 ore e deve riferire la presenza di eventuali allergie per eseguire l’adeguata profilassi antiallergica, in via preventiva.

L’esame dura dai 30 ai 40 minuti, al termine dei quali la persona può svolgere regolarmente le sue attività quotidiane.

Per effettuare l’esame non occorre interrompere l’uso regolare dei farmaci. Prima di svolgere l’indagine diagnostica occorre togliere gli oggetti metallici e in caso di tatuaggi è bene segnalarlo, in quanto i pigmenti possono contenere del metallo. Infine, gli esiti vengono analizzati dal radiologo, che li consegnerà al paziente dopo pochi giorni.

Chi può effettuare la RMN alla colonna vertebrale

Questa tecnica diagnostica offre immagini tridimensionali dettagliate, non comporta alcun pericolo ed è del tutto sicura. Può anche essere ripetuta più volte e in tempi ravvicinati, dal momento che il paziente non è esposto a radiazioni.

Non possono sottoporsi ad esami di risonanza magnetica alla colonna vertebrale le donne in stato di gravidanza e coloro che hanno pacemaker, protesi articolari metalliche non di ultima generazione, elettrodi, neurostimolatori o protesi che potrebbero interferire con i campi magnetici, a meno che non si abbia una dichiarazione di idoneità scritta dallo specialista che ha eseguito l’intervento.

In caso di punti di sutura o clip è bene informare subito lo specialista.

Risonanza magnetica colonna vertebrale: controindicazioni

La RMN alla colonna vertebrale non presenta controindicazioni.

Se si è allergici al mezzo di contrasto, o si soffre di qualche allergia, occorre comunicarlo allo specialista in modo che possa valutare come procedere.

Se durante lo screening è stato utilizzato un agente di contrasto, dopo l’esame il paziente viene trattenuto per un breve lasso di tempo.

Per avere più informazioni contattaci al numero 0119662585 o scrivici a info@ricerchemediche.it