Branca


Proctologia

Prenotazione


Obbligatoria

Regime


S.S.N. e Privato

Prep. esame


Nessuna

Referto


Immediato

Con la visita proctologica è possibile ottenere un parere medico circa la manifestazione di patologie a carico della zona ano/rettale, come: rettocele e prolasso rettale, emorroidi, ragadi e fistole, neoplasie ecc.

I sintomi che dovrebbero portare un soggetto a richiedere una visita da un proctologo sono ad esempio, prurito o dolore anale, sanguinamenti ricorrenti, secrezioni mucose abbondanti o purulente e bruciare durante la defecazione.

Il proctologo esegue principalmente un esame di tipo visivo per la diagnosi di una patologia sospetta o per il monitoraggio di patologie accertate, ma anche per la valutazione dei risultati ottenuti con la terapia o conseguentemente ad un intervento di tipo chirurgico.

Durante la visita il medico esegue un’anamnesi approfondita, in quanto i fattori che possono intervenire sulla salute di questo distretto sono molti, tra cui l’attività lavorativa, i farmaci assunti, l’alimentazione e le abitudini di vita, nonché la predisposizione familiare. Successivamente procederà ispezionando il canale anale esternamente e internamente.

Per il corretto svolgimento di una visita proctologica è importante la preparazione, in quanto la zona da esaminare deve essere pulita e libera da materiale fecale che potrebbe limitare la visibilità.

Per questo motivo il Centro fornirà la procedura adeguata da effettuarsi il giorno precedente all’esame, consistente principalmente nell’utilizzo di clisteri di acqua tiepida o soluzioni dedicate acquistabili in farmacia. Potrebbe anche essere richiesta una dieta specifica con piccole restrizioni riguardo alcuni alimenti come legumi, semi, cereali integrali e cibi molto ricchi di fibre.